Bambini - Accademia Shirai

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Karate ed il Bambino

Anche se il karate tradizionale lo si può cominciare a praticare a qualunque età, è certamente nell'età infantile che vi sono le condizioni più adatte per iniziare la sua pratica. In una seria scuola di karate do il bambino impara a familiarizzare con il proprio corpo alle prese con delle movenze tecniche non fine a se stesse ma atte a sviluppare nel tempo nella sua struttura psicofisica le condizioni ideali per l'autodifesa.  

E' ovvio che con questo è doveroso precisare che per autodifesa non intendiamo solo e semplicemente l'aspetto più volgare e fisico ma anche e soprattutto quello più profondo e sottile che riguarda la consapevolezza dei pericolo a tutti i livelli e il modo di prevenirlo e, controllarlo. Per questo scopo è determinante che la pratica tecnica avvenga in un particolare contesto culturale che rappresenta il cuore stesso dei karate do.  

Ecco allora che il bambino si trova di fronte ad una disciplina nella quale può misurarsi non solo attraverso le proprie performance fisiche, ma deve imparare il rispetto la cortesia le buone maniere e altresì la sincerità, la lealtà, la disponibilità; tutti elementi questi di estrema importanza per un serio e reale sviluppo del carattere necessario per eccellere nelle arti marziali e nella vita, dando esempio di grande dignità umana in tutte le circostanze.  

Ciò che rende possibile questo è l'ingrediente più importante di una scuola di karate: il maestro. Costui se autentico è un enorme polo attrattore proprio perché è il primo a dare esempio di ciò che dice.  

La vita del maestro non si divide in professionale e privata esso dedica ogni attimo del suo tempo a migliorarsi sia fisicamente che spiritualmente così che è in ogni momento esempio di rettitudine.  

La sensibilità di un bambino coglie perfettamente l'energia di questa autenticità e ciò gli crea quella fiducia che è alla base di ogni possibile apprendimento.

Torna ai contenuti | Torna al menu